Camere Aperte 2011

Rapporto sull’attività del parlamento (dall'aprile 2008 al dicembre 2010)

28 febbraio 2011. La prima edizione di Camere Aperte coincideva con il debutto del sito openparlamento.it, nel giugno del 2009. Per la prima volta in Italia venivano pubblicate informazioni sulle presenze e l'attività dei nostri parlamentari, sostenute da elaborazioni, classifiche e confronti, online, a disposizione di cittadini e media. La novità è stata colta da tutti, compresi i parlamentari, con reazioni che spaziavano dall'incoraggiamento all'indifferenza, sino a minacce di querela. Il progetto va avanti in questa direzione con un'edizione 2011 rinnovata. La raccolta dei dati arriva alla fine del 2010, per fare il punto a circa due anni e mezzo dall'avvio della legislatura, prendendo la votazione della mozione di sfiducia alla Camera sul governo Berlusconi come uno spartiacque che segna la fine di una fase politica, almeno nel racconto della XVI legislatura.

L'impianto di base del rapporto resta lo stesso di sempre, molti dati e pochi commenti. Ma inauguriamo il nuovo sistema di valutazione dell'attività parlamentare, l'indice di produttività, che adotta metodi nuovi ed elabora molte più informazioni del precedente indice di attività. Soprattuto, abbiamo messo a punto un sistema che ci permette di valutare nel tempo l'attenzione che il parlamento nel suo complesso, ma anche il singolo gruppo o il singolo parlamentare, dedica alle questioni del paese. Dall'evasione fiscale agli animali domestici, dal piccolo comune, alla nazione estera, ogni tema può essere analizzato e confrontato con altri, per ricostruire le priorità effettive e l'andamento dell'agenda politica italiana.

Scarica il rapporto Camere Aperte
Google+